Baciate dal sole: 5 indizi che è iniziata la bella stagione

Lascia un commento

27 maggio 2015 di Odette

Eccoli qua, i cinque principali indizi che testimoniano l’inizio della bella stagione:

1) finalmente ci togliamo le calze, mettiamo la gonna… e ci aggiriamo con due gambe bianchicce che ricordano gli “unisci i puntini” della settimana enigmistica, svelando l’abitudine di depilarci con lamette da combattente nella foresta. Se provate a unire le cicatrici con una penna, su una gamba salta fuori l’Orsa Maggiore, sull’altra il volto torvo della vostra estetista. (ndr: ricordarsi di acquistare un rasoio nuovo)

2) Non abbiamo voglia di fare niente. Siamo così svogliate che il pigiama lo indossiamo una volta dritto e una volta rovescio. Soprattutto non abbiamo la minima voglia di andare a lavoro. La mattina piuttosto di uscire rimarremmo perfino a pulire a fondo la casa: tipo i battiscopa con lo spazzolino, i mobili con il latte detergente, la rubinetteria con una passata di tonico. Valutiamo anche di tagliare l’erba con le forbicine ed estirpare le infestanti con le pinzette. Pur di non andare in ufficio, per dire.

3) Iniziamo a consultare ossessivamente le previsioni meteo vivendo ogni giornata di pioggia come un affronto personale, soprattutto se abitiamo al nord dove, se la stagione inizia male, il rischio è che non si riprenda più e ci si ritrovi a mangiare le castagne ad agosto con le infradito di peluche.

4) Ci rassegnamo finalmente a buttare nell’umido il cotechino scaduto nel maggio dell’anno prima. Non so perché ma il cotechino fa quasi sempre quella fine lì. Anche se poi il medesimo si rinfila in casa a dicembre dentro un cavallo di Troia, cioè nascosto nella cesta natalizia che ci regala il capo (o la suocera), incastonato tra la mostarda e il torrone.

5) Puntualmente ci salta in testa di schiarirci i capelli, che fa tanto “baciata dal sole”: entriamo dal parrucchiere castane e usciamo color arancio che sembriamo la versione instagram di Pippi Calzelunghe, quella col filtro extra chrome. Il giorno seguente, incazzate come erinni, ritorniamo a farci del nostro colore naturale. Il tutto per 100 euro.
Più che baciate dal sole, bruciate dall’ammoniaca.

Se vi riconoscete in cinque punti su cinque: siete me. E questo è un cortocircuito.

.

.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: