Perle ai porci

6

28 agosto 2016 di Odette

“Lorenzo, amore di mamma, testolina santa puzzolente, cervelletto che funziona a meraviglia, luce vivida dei miei occhi miopi… Ti fa ridere la tua mamma?”
“Così tanto che sto ridendo in silenzio.”
“Hum, che vuoi dire?”
“Che se rido anche col rumore non so che mi può succedere.”
“Ecco sì, non ho ben capito ma occhei… Dove eravamo rimasti? Ah sì: Lorenzo, amore di mamma, testolina santa puzzolente, piedi anche peggio, cervelletto che funziona a meraviglia, luce vivida dei miei occhi miopi, dimmi un po’, la vedi quella parete nuda lì, sopra il mobiletto? é un po’ vuota, non trovi? secondo te che ci potrei appendere? un quadro? una foto?
“Una testa di porco.”
Ecco.
Io credo che probabilmente ho sbagliato e sbaglio tanto come genitore.
Ne faccio di cotte, di crude e di surgelate. Non mi accorgo di molte cose di cui dovrei, dato che ad esempio prima mi hai confessato candidamente che hai le stesse mutande da tre giorni ma giuri che le hai annusate e non puzzano (e io le ho pure annusate al pari e ti ho dato ragione, perché quando uno ha ragione ha ragione). E lo so che non ti do sempre le cinque porzioni di frutta e verdura raccomandate dall’OMS e che qualche volta ti faccio mangiare pure le merendine e, bio dio, per questo andrò all’inferno dove i vegani mi butteranno olio di palma bollente in testa. E lo so anche che non ti sto facendo fare con la dovuta disciplina il libro di compiti per le vacanze perché sotto sotto concordo che è una palla mostruosa. E non dirlo a nessuno, soprattutto non dirlo a chi sospetti anche vagamente di essere un assistente sociale, che certe volte ci chiudiamo in bagno e diciamo una sfilza di parolacce assieme, per il gusto di farlo, e così in pubblico non ti scappano mai. Chi sono gli assistenti sociali? Quelli che non capiscono mai le situazioni, dividono le famiglie e affidano il figlio al genitore farlocco, mentre quello a posto di solito è Jennifer Lopez.
Però.
Però.
Se io e tuo padre siamo riusciti a darti il nostro piccolo contributo nella nascita di quella assurda ironia che hai, se è così, ecco qualcosa di buono forse l’abbiamo fatto.
Vai a cambiarti le mutante. Sul porco ci rifletto. Tu valuta il cervo, che fa classico.

Annunci

6 thoughts on “Perle ai porci

  1. Andrea Taglio ha detto:

    Sempre di più stai assumendo i contorni del modello genitoriale che anche io vorrei trasmettere da grande ai miei (al mio) minime-non-me.
    in ogni caso so già che marceremo uniti contro gli assistenti sociali.

    Mi piace

  2. Chiara Agostini ha detto:

    ammmore puro per voi, anche senza avervi mai incontrati 😀

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: