Test d’amore

Un test infallibile per capire se ami qualcuno è il seguente: chiudi gli occhi e immaginalo da bambino.
Pensalo indifeso, pensalo riflessivo, pensalo vittima degli abiti imposti dalla madre, pensalo mentre scrive il proprio nome e poi annerisce le pance e i dorsi delle lettere, pensalo mentre parla con un amico immaginario, pensalo in pigiama, la notte, mentre dorme un sonno fiducioso.
Poi pensalo un po’ più grande, le ossa più lunghe, la voce più incerta, pensalo vittima della moda, pensalo mentre pensa che la matematica non sarà mai il suo mestiere, pensalo mentre pensa che non sa quale sarà il suo mestiere, pensalo mentre pensa che in ogni caso la prof è una stronza.
Poi pensalo un po’ più grande ancora, pensalo mentre indossa delle scarpe nuove, pensalo mentre ama i primi amori sbagliati, pensalo mentre tradisce i primi amori giusti, pensalo mentre lavora, pensalo per strada, mentre guarda una vetrina fingendo interesse, solo per fermarsi un attimo a pensare, poi pensalo mentre mangia quello che trova, una sera, di ritorno da un errore, nel buio della cucina, in piedi davanti alla luce socchiusa del frigorifero.
E infine pensalo nel presente, pensalo felice, pensalo sorridere, pensalo stanco, pensalo sfiduciato, pensalo resistente, pensalo alle spalle, pensalo negli occhi.
E ora,
vieni a dirmi del tuo amore.

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. willyco ha detto:

    L’amore lo pensavo eguale, come l’altro piatto della bilancia che cercava di stare in equilibrio mentre sopra gli riversavano kilogrammi di vita in parte uguale ma molto diversa dalla mia. E si vedeva dai colori. Oppure lo pensavo che mi pensava e io non c’ero ancora nella sua vita ma volevo esserci lo stesso e che lui sapesse che c’ero. Il mio amore lo pensavo che la notte si svegliava e allungava la mano dove non c’ero e poi si riaddormentava insoddisfatto. Ma il mio non era un test bello come il tuo che parla della vita di un amore che è vero e a volte cresce e a volte cala, a me piacerebbe che l’amore da un certo momento in poi crescesse per suo conto e anche il mio crescesse così. Forse assieme forse distante eppure insieme.

    Piace a 1 persona

    1. Odette ha detto:

      che bello…

      "Mi piace"

  2. Andrea Taglio ha detto:

    Bravissima, bel pezzo.

    Ecco, questa è stata l’unica cosa che la paternità ha cambiato nella mia vita: adesso, finalmente, il mio cuore si ferma ogni volta che penso alle cose che hai elencato tu, e c’è una parte di me che è proprio dedicata a quei pensieri, e non smette mai di pensarli.

    Piace a 1 persona

    1. Odette ha detto:

      la pa/maternità ci rammollisce ❤️😉

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...