Che disastro, signora mia!

Si svegliò da un sonno profondissimo, senza sogni, senza se e senza ma, senza sé e senza alcun altro. Un sonno che non avrebbe saputo dire da dove venisse, né dove l’avesse sepolta fino a quel momento, sotto secoli di nero pesante e spesso, come una coperta infeltrita dell’universo. Si svegliò e per un momento…

Incredibili Bagnini Zombie

– Il suo si é messo in salvo? – Non lo so… Non riesco più a individuarlo… – Ne ho visti tanti rotolare giù, proprio quando ce l’avevano quasi fatta… – Sì, il mio poco fa è stato calpestato da uno alto 80 centimetri e velocissimo… – Dannazione, stanno per schiacciargli la testa… ATTENTO! –…