La sindrome del canarino

Come può uno scoglio come la mascherina arginare il mare della pandemia?Eppure c’è già chi esce tutto allegro cantando “Anche se non voglio torno già a volare”, pronto a innamorarsi di nuovo della vita, l’estate, il mojito, il cielo infinito.Ma c’è anche chi nel lockdown ha sviluppato quella che io chiamo la Sindrome del canarino,…

Ovunque proteggi

Apro la finestra,il confine della siepe,la quiete nella tempesta.Mi parla la lingua dei segnicon ombre e sole,si posa sul davanzaleun piccione viaggiatore.Legato alla fragile zampettareca un bigliettino,lo sfilo con delicatezza.Con dita stupite srotolola minuscola pergamenae leggo“mascherina fashion ottima qualità ordina subito in esaurimento chiama lavabili 100%”.Inserzioni,ovunque inserzioni.

Avanti Nascita

Vestiti che ti porto a fare un giro in giardino. Ti mostro tutti i fiori, anche quelli inodori, anche quelli senza nome nella terra comune, e le sciocche margherite, e i superstiti bucaneve, e i resistenti e poi arrendevoli tarassachi, e l’erba maltagliata. Nello stagno la coppia di pesci d’aprile (li dichiaro marito e moglie),…

Il paradosso del runner

La quarantena è lentissima ma le singole giornate velocissime. Viene sera in un attimo, hai fatto ottocento cose e ti pare di non averne fatta nessuna, oppure nessuna e ti sembrano ottocento. Il tempo è formato da frammenti volatili e inafferrabili, sempre più brevi eppure, messi insieme, infiniti. Il tempo in quarantena è una qualche…

Tempismo imperfetto

Mentre riordinavo il ripostiglio di casa (sì, siamo ormai alle retrovie), mi sono capitate in mano le scarpe da calcio di mio figlio. E subito ho pensato all’ironia della sorte. Avevo appena pagato la rata d’iscrizione quando la pandemia ha costretto a interrompere gli allenamenti. Ciò dimostra quanto il mio tempismo come al solito faccia…

In un mondo che

In un mondo che “Non sono virologo ma” is the new “Non sono razzista ma”, mi piaci quanto quegli scienziati che si esprimono esordendo con “Al meglio delle nostre conoscenze possiamo dire che”. In un mondo che non ci vuole più, il mio canto libero sei tu. In un mondo che “Fallo girare”, mi piaci…

Amor ch’a nullo amato

Era uscita indossando guanti lunghi e una sciarpina leggera a velarle le labbra.Il cielo era terso, le strade sgombre, il cane al suo fianco fedele. Un border collie bianco e nero, un po’ più piccolo della media, ma del resto anche la padrona era minuta, a volte Border le diceva “I tuoi anfibi sono più…

Ritorno al 2.0

Vorrei sorridessimo come un tempo.Con i due punti e una parentesi.E il trattino in mezzo, ma solo se avevi un naso importante.Perché ora che il sistema trasforma il tutto in emoticon, il mio naso è sempre meno importante.Vorrei tornassimo al vecchio Come stai, Bene dài.Perché ora, anche se finalmente possiamo rispondere con sincerità Ho paura,…

Tretritoni

Si scrive “canto delle sirène”, si legge “vetrina delle scarpe”. È così, puoi controllare tu stesso nell’Enciclopedia Tretritoni.I riflessi delle fredde vetrate cantano alti di tacchi e laccetti e pelle e squame e fibbie e pinnette e suole e solette. E ondine increspature bottoncini punte lazzi spilli e guizzi. E frange estremiste e classiche riviste…